Crea sito

Welcome to: www.bookwomanartists.altervista.org

© Copyright 2010. All Rights Reserved.
Idea, Implementation & Design by : Gino Di Grazia
Powered by : printgrafic

Contact, sendmail to: artistepeintre.gino@gmail.com


Lilla Cabot Perry

Ricerca storica a cura dell' artista Gino Di Grazia


Lilla Cabot Perry ( 13 gennaio 1848 - 28 febbraio 1933 ) e' stata una pittrice impressionista americana, coetanea ed allieva di Claude Monet. Perry ha iniziato la sua carriera come artista senza formazione. Non comincio' la sua educazione di base fino all'età dei 36 anni. Molte esperienze della sua vita sono state in gran parte temi del suo lavoro. Dalle sue prime influenze dalla filosofia di Ralph Waldo Emerson e la sua amicizia con Camille Pissarro per il perfezionamento all'impressionismo, al realismo, al simbolismo e al movimento realista tedesco. Le influenze su Perry ebbero molte sfaccettature. Il risultato di questa mescolanza di movimenti artistici e di stili e' un lavoro che e' caratterizzato da una presentazione elegante di colore, luce e vita. Naque a Boston, figlia del famoso chirurgo dottor Samuel Cabot, ha avuto una educazione che comprendeva la letteratura, la poesia e la musica. La posizione agiata della sua famiglia le permise di frequentare sin dall'infanzia personaggi di spicco come Ralph Waldo Emerson, Louisa May Alcott e James Russell Lowell. Dopo la guerra civile, la famiglia si trasferi' in una fattoria a Canton, nel Massachusetts. Il 9 aprile 1874, sposo' Thomas Sergeant Perry, uno studioso e linguista, laureato ad Harvard. Ebbero tre figlie: Margherita (1876), Edith (1880), e Alice (1884). Nel 1884 Perry inizio' la sua formazione artistica con il ritrattista Alfred Quentin Collins, che aveva studiato all' "Académie Julian" di Parigi, con Leon Bonnat . Tuttavia, fino al 1885 non trovo' un artista che davvero la ispirasse a trovare il suo stile personale. In quell'anno lavoro' con Robert Vonnoh, un artista di stile impressionista che visse a Grez-sur-Loing in Francia. I lavori di Vonnoh rappresentano una netta differenza di stile che Perry aveva finora conosciuto, ed e' questa esperienza che diede i semi alla dedizione di Perry per l'impressionismo durante tutto il resto della sua vita. Nel 1885 fu a scuola con Dennis Bunker alla prestigiosa "Cowles Art School" di Boston, dove imparo' arte realistica. Perry si recò a Parigi dove ricevette una formazione artisica all' "Accademia Colarossi" e trascorse molto tempo a studiare gli antichi maestri nel Museo del Louvre. Viaggio' anche in Spagna per copiare opere nel Museo del Prado e a Monaco di Baviera ( 1888 ), dove studio' il realismo del tedesco Fritz von Uhde. Perry presento' due quadri al Salon della Societe' des Artistes. Il ritratto di suo marito, Thomas Sergeant Perry (1889) e il ritratto della figlia Edith Perry con un libro (1889). Furono bene accolti al Salon e dopo questo questo risultato Perry si stabilì' in Francia. Quello stesso anno, Perry conobbe Claude Monet, che fu una rivelazione nella sua carriera di artista. Quel giorno decise di trasferirsi a Giverny, dove viveva Monet, per meglio catturare lo stile impressionista. Tra il 1889 e il 1909, Perry trascorse nove estate a Giverny. Fu lì' che si formo' pienamente come artista. Durante la sua permanenza a Giverny, stresse una intima amicizia con Claude Monet. La sua gestione del colore e della luce, ispiro' la sua opera impressionista. Nell'autunno del 1889 Perry lascio' Giverny per andare in Belgio e in Olanda e a novembre torno' a Boston con la sua famiglia. La carriera artistica di Perry ha un nuovo significato al suo ritorno a Boston. Perry non si accontento' semplicemente dipingere il nuovo stile che aveva acquisito all'estero. Voleva "promuovere una nuova verita' in pittura" .. Per raggiungere l'obiettivo di questa nuova verita', tra le altre cose, ha tenuto una conferenza su Claude Monet il 24 gennaio del 1894 presso la "Art Students Association" di Boston. Nel 1893 Perry fu scelta per rappresentare il Massachusetts all' Esposizione Universale a Chicago, nell'Illinois, dove espose sette dipinti. Tra il 1894 e il 1897, il lavoro di Perry raggiunse fama internazionale, ed espose non solo a Boston, ma anche regolarmente al Salon de la Société Nationale des Beaux-Arts. Perry riceve' una nuova influenza artistica, quando il marito ebbe un posto da insegnante in Giappone. Li' visse per tre anni. Il contatto con il mondo orientale ebbe un impatto importante sulla sua opera e le consenti' di sviluppare uno stile unico che univa l'estetica dei continenti dell'occidente e dell'oriente. Ritorna a Boston nel 1901. Nell'inverno del 1905 si reco' di nuovo in Francia. La sua salute peggioro', e la situazione si aggravo' ulteriormente per problemi economici. Nel 1908 si riprese e sei dei suoi quadri furono esposti a Parigi al "Salon des Independants". Nel novembre del 1909, Perry ritorno' negli Stati Uniti. Durante la sua carriera artistica, Perry si inseri' nelle comunita' artistiche di ogni citta' in cui visse e promosse attivamente lo stile impressionista. Questa passione di Perry non scompari' con il tempo. Non gli piacevano le tendenze dell'arte del primo Novecento. Nel 1922 tiene la sua prima mostra personale nella Galleria Braus di Madison Avenue (New York). Nel 1923 era molto malata di difterite, mentre sua figlia Edith aveva problemi mentali e fu inviata in un istituto di Wellesley . Perry trascorse i due anni successivi di convalescenza a Charleston, nel South Carolina. Il 27 maggio del 1928, Thomas Sergeant Perry mori' di polmonite. Perry ha iniziato la sua carriera col ritrarre i suoi figli in un sorprendentemente realismo e con l'eleganza e la fluidita' della forma che aveva visto dalle opere di antichi maestri. Alla fine della sua carriera, il lavoro di Perry fu totalmente trasformato e ampliato per includere non solo ritratti, ma da paesaggi in stile impressionista che erano ispirati solo dal suo tempo con Monet a Giverny. Lilla Cabot Perry mori' il 28 febbraio 1933.

Clicca qui per vedere un filmato su Lilla Cabot Perry
Ritorna a Home
Torna indietro a Gallery - Pagine Artiste -
Elenco Artiste
Torna indietro a Introduzione

 

Lilla Cabot Perry